Il retrogusto dei dialoghi di Ivan Arillotta

Il retrogusto dei dialoghi di Ivan Arillotta

L'uomo non ha pietà di se stesso quando si tratta di comunicare: tra fraintendimenti, allusioni, richieste e velati ricatti,  Ivan Arillotta, come in uno specchio spietatamente ironico, tutto questo lo sa e lo sa riflettere nel suo primo libro "Comprendersi è una specie rara d'incidente". Il risultato è un testo, edito da Ottolibri, dallo stile non ripetibile proprio per la veridicità con cui si propone, restituendo una serie di conversazioni con la delicatezza di un mandante cortese di stati d'animo, apparentemente senza sporcarsi le mani di realtà e diventando, carico d'alibi, un portatore sano di impulsi.
Una raccolta originale, questa, di dialoghi così surreali quanto ancorati al concreto da un filo nemmeno troppo sottile; una sommatoria feroce di interazioni sapientemente mescolate all'ansia quotidiana di rifuggire, quando possibile, da confronti umani e metaumani. Come in palcoscenico teatrale, i personaggi interpretano il loro ruolo principe a loro agio nel disagio; a ciò si aggiunge lo stile schietto di Arillotta  che non dà scampo al lettore, inchiodandolo pagina dopo pagina addosso a un mondo riconoscibile e riconosciuto; fatto di fragilità sulle quali costruirci relazioni durature o, viceversa, fugaci. Ma certamente sintomo di quella cagionevolezza che disarma e accompagna verso riflessioni complesse e intime. Non deve, infatti, ingannare la leggerezza del testo che strappa spesso sorrisi spontanei, o la sua scorrevole agilità nell'intrappolare la facile lettura: il retrogusto che Arillotta lascia dentro è fortemente in antitesi con la levità apparente, e si manifesta nascosto, depositando in un angolo appartato di chi lo legge la percezione intima di un disincanto a tratti scomodo ma imprudentemente riconosciuto come proprio.

L'autore
Nato a Reggio Calabria, Ivan Arillotta insegna filosofia e ha un rapporto controverso con la scrittura: lui la ama, lei lo respinge. È tra i fondatori del webmagazine Unonove e ha pubblicato racconti online e in antologie. Più che scrittore, si definisce “estensore d’inezie”, e questo è il suo primo libro. Evidentemente, in ordine cronologico, anche l’ultimo.

Scheda:
Anno: 2014
Dimensione del file: 561,0 KB – Protetto con Social DRM (edizione e-book)
Lunghezza: 112 pagine (edizione cartacea)
Lingua: italiano
Isbn: 9788898812066

 

Info sull'autore

Katia Colica administrator

Commenta